Consultando le pagine successive certifico:

Il tuo carrello è vuoto!

04 - Ho scopato mia cugina alla festa di 18 anni

Ho scopato mia cugina alla festa di 18 anni

 

Ho scopato mia cugina alla festa di 18 anni... Racconti erotici di Sexy Cupido

 

Come avrai capito dal titolo, ho scopato mia cugina alla festa di 18 anni... benvenuto/a nella mia storia.

scopato mia cugina

Io e mia cugina abbiamo quasi la stessa età, lei ha giusto un paio di mesi meno di me. 

Abitiamo vicini e frequentiamo lo stesso gruppo di amici, andiamo insieme alle feste ed abbiamo fatto tante altre cose insieme. 

Chi non ci conosce ci scambia per fratelli.

Lei è molto bella e per questo corteggiatissima da tanti ragazzi.

Come dargli torto. 

Quegli occhi azzurrissimi incastonati tra le sparute lentiggini attraggono anche me. 

La scuola di danza che pratica da quando aveva 12 anni le ha modellato il corpo e possederla è diventato uno dei miei sogni ricorrenti. 

Spesso mi sveglio al mattino e ricordo di averla sognata nelle più belle posizioni dell'amore. 

Poi mi tocco il cazzo e mi rendo conto di aver eiaculato nel sonno.

 

Mentre penso a tutto questo suona il campanello. 

Sicuramente è lei che ha fatto prima di me. 

Partecipiamo alla festa di 18 anni di una nostra amica.

Ha organizzato tutto nella villa di campagna dei nonni.

 

'Andiamo? Sei sempre in ritardo.' Mi rimprovera.

 

'Eccomi. Sono pronto.'

 

Di corsa salto in macchina e passiamo a prendere gli amici. 

Sono "diventato un tassista" da quando ho la patente, in cambio, con qualcuna proviamo gli ammortizzatori dell'auto nuova nel fine settimana... 

In questa macchina dietro si va più comodi che davanti.

 

Raggiungiamo la villa dispersa tra le campagne. 

Enorme e tutta addobbata a festa. 

La musica fa vibrare gli alberi e la terra tutto intorno.

Salutiamo la festeggiata e speriamo le piaccia il nostro regalo. 

Ed ora nella mischia: si balla!

festa di 18 anni

Tra stuzzichini salati e dolci, tracanno un paio di bottiglie di birra e la sala da ballo non è la stessa di prima. 

Ballo con chiunque mi capita davanti, senza curarmi se è bella o brutta, fidanzata o meno. 

Poi intervengono i fidanzati e io... ops...

 

Finalmente si gioca

 

Tutti bendati dobbiamo indovinare chi abbiamo davanti a noi. 

Vince chi indovina più persone possibile. 

Agli inizi perdo presto, poi un colpo di fortuna mi fa capitare tanti degli amici e delle amiche che conosco e qualcuna di quelle con cui ho provato gli ammortizzatori nel fine settimana. 

Arrivo in finale e il sorteggio mi è favorevole: esce mia cugina

Tutti zitti ma il colpo di fortuna è lampante per tutti, tranne per me che sono bendato.

 

Tocco i suoi capelli e mi rendo conto che si tratta di una donna. 

Le tocco le spalle e mi rendo conto che è alta quanto me. 

Lei non parla, ma il suo respiro è inconfondibile. 

Alzo le mani e pronuncio il suo nome: ho vinto!

 

Tutti mi prendono in giro perché ho avuto un colpo di fortuna, ma mia cugina resta stupita del fatto che sia riuscito a capire che fosse lei solo toccandole i capelli e le spalle. 

Intanto ritiro il mio premio: un bacio in bocca alla festeggiata.

 

Verso le 3 del mattino, quando la festa ha lasciato il posto alla stanchezza e al sesso, mia cugina si avvicina a me e mi chiede come io avessi fatto a capire che si trattasse di lei. 

E gli dico che sono riuscito a riconoscerla dal respiro. 

Tanto basta perché lei mi dia un bacio sulle labbra. 

Io resto impalato per due secondi, poi la porto a me e le infilo la lingua in bocca. 

Lei si lascia mulinare e in breve ci allontaniamo per evitare che qualcuno ci possa vedere. 

Corriamo in silenzio al piano di sopra della villa di campagna e ci chiudiamo nel bagno: le altre camere sono già occupate da amplessi a tre e a quattro. 

La festeggiata ha ottenuto tre maschioni in regalo tutti per lei e grida nella camera da letto come una selvaggia che non vede il cazzo da secoli.

 

Nel bagno c'è la vasca idromassaggio, è ampia. Riprendiamo a baciarci convulsamente e con tanta passione. 

Le metto una mano sul seno per accarezzarlo e lei gode. 

Lascia che io apra l'abito e resta solo con reggiseno e mutandine. 

Accarezzo il reggiseno di mia cugina. 

Bellissimo con quelle sue lentiggini. 

Lo sgancia e lascia che io lo tolga. 

Ci guardiamo in silenzio, poi prendo a baciare l'areola intorno i capezzoli. 

Con la punta della lingua lecco i capezzoli provocandole un godimento unico.

 

Non ci conteniamo più e mentre lei si toglie gli slip io mi denudo e bagno il cazzo sotto la fontana. Lei entra nella vasca idromassaggio, mi siedo dentro anch'io e lei si mette sopra di me.

 

Indescrivibile l'emozione che provo quando mia cugina prende il cazzo in mano e lo spinge dentro la vagina

Sento il cazzo sprofondare nella figa e lei vocalizzare. 

Salta leggera sul cazzo come stesse danzando. 

Ho partecipato a tutte le sue competizioni di danza. 

L'ho vista ballare con tanti bravi ballerini ed ora è qui che balla con me la danza del sesso.

Mai avrei pensato che avrei scopato mia cugina alla festa di 18 anni della nostra amica.

 

Aggrappandosi alle mie spalle salta sul cazzo arrapato e mi bacia in bocca. 

Le tocco le tette abbondanti. 

Nonostante la danza e la dieta per mantenere il peso forma, quello non è mai sceso: per fortuna. Stringo le tette, passo la lingua in mezzo, lei mi salta sul cazzo nella vasca idromassaggio durante la festa di 18 anni della nostra amica. 

Nella villa di campagna dei nonni, mi sono scopato mia cugina per la prima volta. 

Mi aggrappo ai suoi fianchi per farla saltare ancora di più. 

Lei grida, io con lei.

 

Mi abbraccia, ho la faccia tra le grandi mammelle, quasi soffoco per l'eccitazione. 

Lei salta, salta, salta. 

Sono il suo ballerino e lei salta sopra di me. 

Danza con me sul palcoscenico del sesso. 

Salta senza fermarsi un attimo e pure quando veniamo insieme, lei continua a saltarmi sopra graffiandomi tutta la schiena.

 

Appagato rilascio la testa tra le tettone, lei si calma abbracciandomi. 

Il suo respiro è affannoso ma riposato, come attendesse quell'amplesso con me da sempre.

 

Restiamo abbracciati ancora. 

Tutto intorno, nelle altre camere, voci di godimento si alzano ancora.

 

Finalmente possiamo dire di avere fatto davvero tutto, ma proprio tutto, insieme.

 

racconti eroticisexy cupido

Back to Top

Questo sito utilizza i cookie. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.