Consultando le pagine successive certifico:

Il tuo carrello è vuoto!

05 - Il piacere di metterlo nel culo

Il piacere di metterlo nel culo 

 

Il piacere di metterlo nel culo – Racconti erotici di sexy Cupido

il piacere di metterlo nel culo

Salvo ha sempre la mano pronta ad abbassare la chiusura lampo dei pantaloni fantasticando sul piacere di metterlo nel culo a qualche ragazza. 

Ad ogni festa a cui partecipa è lì che giocherella nascostamente con la linguetta della zip. 

Lui ha il piacere di metterlo nel culo

Nel senso che è un maniaco del sesso anale. 

Dove vede bei culi da sfondare lui è pronto a sedurlo e a portarlo in disparte per fargli provare il suo cazzo, non molto lungo però largo abbastanza da far urlare tanto chi lo tiene troppo stretto. 

 

Non importa se si tratta di un culo di femmina o di maschio. 

Per Salvo il piacere di metterlo nel culo viene sopra il genere. 

L'ultima scopata anale risale a due settimane fa con il volontario gay che gestisce la biblioteca di quartiere. 

Era quasi ora di chiusura. 

Salvo ha atteso con pazienza che tutti i lettori della biblioteca andassero via prima di iniziare il corteggiamento del volontario bibliotecario gay. 

 

Probabilmente era da molto tempo che non lo faceva, il volontario gay intendo, perché urlava come se qualcuno lo stesse frustando sulle chiappe. 

Piegato a novanta al centro della sala letture, la porta della biblioteca chiusa a chiave e le tapparelle abbassate, con una mano poggiata sul tavolo dove le persone passano il tempo a leggere e l'altra chiusa a pugno stretta fra i denti. 

Urlava il volontario gay e stringeva il pugno chiuso fra i denti per non farsi sentire dai condomini. 

 

Salvo gli teneva le chiappe nude e chiare ferme con le mani. 

Il cazzo corto e largo entrava e usciva spanando il culo del giovane bibliotecario 

gay.

Quando gli è venuto dentro a momenti gli rovinava addosso per la potenza. 

Hanno rischiato di cadere e di portarsi appresso il tavolo della sala letture. 

Salvo era evidentemente soddisfatto al termine e come sempre, fa parte del suo rito sessuale, ha dato un bacio su ciascuna chiappa

 

In fondo anche al volontario gay è piaciuto, infatti ha lasciato il numero di telefono a Salvo. 

Ma lui tende a non rimetterlo nello stesso buco due volte

Preferisce l'unicità del sesso anale

 

Il ricco cinquantenne con il piacere di metterlo nel culo

il piacere

A Salvo nessuno dice di no, o quasi. 

Nonostante i cinquanta anni e un po' di fisiologica pancia, Salvo è un uomo piacente. 

Ad aiutarlo gli occhi azzurri e il conto in banca. 

Si vede subito che ha i soldi, per come veste, per l'auto con la quale va in giro; per la verità tre auto: 

una d'epoca e due nuove. 

Anche lì, nelle auto intendo, ha vissuto certi amplessi anali che i sediolini ricordano ancora... 

 

Una sera, dopo una cena di gala tra amici, accompagnava a casa una donna conosciuta al ristorante

Una amica di amici. Lei poco più che quarantenne, stretta in un abito blu elettrico attillato che mostrava l'abbondanza dei seni e la prosperità del culo. 

Culo che Salvo non aveva smesso di guardare un solo istante nel ristorante. 

Il cazzo gli aveva ballato sotto il tavolo per tutta la serata. 

E non si sarebbe certo lasciato scappare l'opportunità. 

Lei ci stava.

Era in uno di quei giorni in cui il fuoco passionale è ai massimi. 

Tutto sommato è stato facile per Salvo montarle da dietro. 

Ma lei non voleva che qualcuno lo venisse a sapere, perché da poco aveva trovato un fidanzato

 

Salvo non aveva problemi di luoghi. 

Entrarono con tutta la macchina nella stalla del suo maneggio fuori città. Chiusi in auto, con i cavalli nelle stalle risvegliati dai rumori, tirò giù la cappotta dell'auto d'epoca, tirò su l'abito attillato della quarantenne e strappò via le sottili mutandine

 

Lei sentì il rumore della lampo scendere giù, un fruscio e poi un gran dolore. 

Per tutto il tempo della scopata anale, le urla di piacere di lei furono coperte dal nitrire dei cavalli arrapati. 

Quello per loro era il periodo degli accoppiamenti e Salvo non li faceva accoppiare per farli vincere le competizioni equestri. 

 

Forse anche loro avrebbero volentieri provato il piacere di metterlo nel culo della quarantenne, con l'abito blu elettrico. 

 

Lei provò ad aggrapparsi allo schienale del sedile di dietro, poi lungo il bordo della portella di destra. 

Cercava in tutti i modi di attutire le portentose penetrazioni di Salvo, che l'aveva sì piccolo ma era assai largo e potente. 

Salvo fu bravissimo, per la prima volta nella sua vita, la donna provò il piacere dell'orgasmo anale. Salvo fu felice di sborrare di brutto in quel culo così maestoso

Quando venne quasi gli mancò il fiato. 

Tra un respiro mozzato e l'altro urlò come non gli avveniva da tempo. 

 

Il problema fu dopo. 

Lei non volle più saperne del fidanzato e prese a passeggiare per settimane sotto casa di Salvo con la speranza di farsi inculare ancora e non solo. 

Sfinito dall'assedio, Salvo fu costretto a prendersela in casa, ad un patto però, che lui potesse 

continuare a provare il piacere di metterlo in culo con chi volesse.

metterlo nel culoin culo racconti erotici

 

VEDI ANCHE: Ho scopato mia cugina alla festa dei 18 anni...

.

.

Back to Top

Questo sito utilizza i cookie. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.