Consultando le pagine successive certifico:

Il tuo carrello è vuoto!

09 - La zia tettona cinquantenne si lascia inculare da me

La zia tettona cinquantenne si lascia inculare da me

La zia tettona cinquantenne si lascia inculare da me – Racconti erotici di Sexy Cupido

zia tettona cinquantenneLa zia tettona cinquantenne si lascia inculare da me... iniziamo...

I miei genitori sono tradizionali. 

La domenica si pranza in famiglia, a casa della sorella o dei fratelli oppure nella casa paterna di mio padre. 

Non amo questi ritrovi domenicali, ma domenica avevo un appuntamento con una amica che abita nello stesso palazzo di mia zia, la sorella di mia madre.

L'abbiamo sempre definita la zia tettona per via delle grosse tette.

Corpulenta ma non grassa, sempre curata e piacente. 

Adesso ha raggiunto i cinquanta anni e volentieri le daresti un colpetto. 

Specialmente tra le tette. 

Ho fantasticato tante volte da adolescente di tenere il mio cazzo tra le sue tette.

 

L'appuntamento con la mia amica è per le otto di sera, intanto i miei genitori e il resto della famiglia vanno via. 

Lo zio, il marito della tettona , si rifugia nel bar per vedere la partita. 

Resto solo in casa con la zia tettona cinquantenne

Leggo un giornale in terrazza. 

Li accanto a me c'è il porta riviste pieno. 

Poso quello che ho tra le mani e cerco una rivista interessante. 

Scosto alcune riviste e mi imbatto in un vecchio numero di PlayBoy degli anni novanta. 

Non ne avevo mai visto uno. 

La mia generazione conosce Youporn e cose del genere, le immagini non ci fanno arrapare, ma... Qualcosa in quelle pagine mi ha affascinato e pure il cazzo è rimasto sorpreso dal desiderio provocato da quelle donne nude in posa. 

Devo dire delle foto straordinarie.

 

Non mi rendo conto che ma zia si è posta dietro la mia sedia e si gode la scena mentre io affondo la mano nei pantaloni toccandomi il cazzo arrapato.

 

'Ti piace?'

 

Spaventato mi alzo dalla sedia provando a nascondere la rivista. 

Lei mi sorride, si avvicina e mi massaggia il cazzo turgido

Scosso dalla paura resto fermo e lascio che la zia tettona mi calmi con la mano sul cazzo. 

Apre la chiusura lampo ed estrae il pistolone sotto i miei occhi esterrefatti e ora pieni di desiderio.

 

Mia zia mi tira per il cazzo dentro l'appartamento e, tenendomi sempre per il pisello arrapato, mi traina fino in camera da letto. 

tettona cinquantenneMi rimorchia sul letto, dove si siede e si prende l'uccello giovane in bocca.

 

'Zia...'

 

Questa la mia ultima parola, poi ho tirato giù il pantalone e ho lasciato che mia zia tettona mi fottesse il cazzo con la bocca. 

Succhiata dopo succhiata il cazzo si è gonfiato al punto giusto. 

Non vedevo l'ora di poterlo ficcare in uno dei suoi buchi.

 

Si è spogliata tutta e si è sistemata a pecora sul letto.

 

'Inculami.'

 

Ho eseguito senza fiatare, impaziente di entrarle nel culo.

 

'Aah!'

 

Soddisfatto ho buttato il cazzo gonfio tra le sue natiche. 

Trattenendomi alle chiappe voluminose sono penetrato tra loro facendola mugolare. 

Mugolava piano e ritmica come un pendolo. 

Mia zia tettona cinquantenne si lasciava in inculare da me.

 

Mi sono proteso in avanti per toccarle le mitiche tettone della zia. 

Che spettacolo! 

Mi hanno dato un'energia incredibile, ho dimenticato tutto appuntamento compreso. 

Ho conficcato il paletto di carne dentro mia zia con forza, il mugolio si è trasformato in grido, sempre più forte.

 

'Inculami caro. Inculami.'

 

Non c'era bisogno di dirmelo, lo facevo volentieri.

 

'Ti sfondo! Ti sfondo il culo zia!'

 

'SÏ! Ah! Si! Si! Sfondami il culo caro. Si. Oh!'

 

La zia stringe il copriletto tra le mani, si gira e sorridendo mi guarda mentre goloso le sto nel culo. Ho perso il tempo, sono entrato in una dimensione dove ha senso solo il conto infinito delle penetrazioni nel suo culo. 

 

 

La zia tettona ansima con il cazzo del nipote nel culo, la figa gronda umori bagnando il copriletto. L'ho toccata e poi annusata. 

Ho passato il cazzo vicino alle labbra della figa per bagnarlo di umori e poi ancora nel culo. 

La zia ha cinquanta anni ma di andare in menopausa non ne vuole sapere, troppo bello il sesso per andare in pensione.

 

L'ultima partita di campionato è terminata. 

Lo ricordo molto bene. 

Uscendo dal bar la gente grida e strombazza come fosse allo stadio. 

La squadra del cuore ha vinto lo scudetto e anch'io, pure io vincevo il mio dopo tanti anni. 

Ho benedetto quel concerto di clacson, perché non so quanto ho gridato.

Ho talmente goduto nel venirle con un orgasmo straripante nel culo, da averla costretta a trattenersi con la faccia nel cuscino. 

Ha urlato di dolore mia zia tettona. Forse non ha mai avuto un cazzo nel culo come il mio.

 

Quando sono uscito avevo la capocchia talmente rossa che mi bruciava, ma che scopata anale. 

Da allora non ho più saltato i pranzi domenicali a casa di mia zia.

 

 

Leggi anche “la milf svergina cazzi

.

si lascia inculareinculare da me

 

Back to Top

Questo sito utilizza i cookie. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.